Jean-Marie Kerwich

Jean-Marie Kerwich nasce a Parigi nel 1952 da una famiglia gitana del Piemonte. Nel 1963 la famiglia decide di partire in Canada, dove fonda un piccolo circo ambulante e vi resta per 17 anni.

Successivamente Jean-Marie è costretto ad abbandonare la vita nomade e comincia a lavorare contro la sua volontà nei cabaret di basso borgo. Incomincia a scrivere poesie dal tono profetico e che denunciano la disumanità del mondo moderno.

É rivelato al mondo editoriale da Lydie Dattas e Christian Bobin. Yehudi Menuhin fa un vero e proprio elogio dei suoi primi scritti e Jean Grosjean li associa alle preghiere di Francesco d’Assisi. Muore nel 2018.
Ha pubblicato Les jours simples (1997), L’ange qui boîte (2005), Le livre errant (2017) e L’evangile du gitan (2018).

É rivelato al mondo editoriale da Lydie Dattas e Christian Bobin. Yehudi Menuhin fa un vero e proprio elogio dei suoi primi scritti e Jean Grosjean li associa alle preghiere di Francesco d’Assisi. Muore nel 2018. Ha pubblicato Les jours simples (1997), L’ange qui boîte (2005), Le livre errant (2017) e L’evangile du gitan (2018).

Ordina per:
Mostra:
  • Versione Digitale / Standard

    Jean-Marie Kerwich era gitano e poeta. Amava il profumo del pane e avrebbe voluto farlo per mestiere. Un padre autoritario lo trasforma in artista circense, con tanta sofferenza e poco piacere. Nella natura del Canada scopre il dialogo con le foglie, le pietre e gli animali. È sensibile al piccolo, all’umile, alla marginalità. A scuola ci va poco, eppure un giorno la scrittura scivola fino alla sua mano destra, imponendosi senza lasciargli né scelta né tregua.
    È una scrittura alla Van Gogh, così la definisce Christian Bobin.

     

    Autore: Jean-Marie Kerwich

    Titolo: Il vangelo dello zingaro

    Formato: 12×20,5 cm | brossura cucita

    Pagine: 176

    Jean-Marie Kerwich

    5.9014.00
    Editore : Edizioni Anima Mundi
    Collana : Scrittura nuda
    Autore : Jean-Marie Kerwich
    Anno : 2023
    Tipologia : Ebook - Libro