Franco Arminio

Franco Arminio è nato e vive a Bisaccia, in Irpinia d’Oriente.

Ha pubblicato molti libri. Ricordiamo, tra gli altri, Vento forte tra Lacedonia e Candela. Esercizi di paesologia (Laterza 2008), Nevica e ho le prove. Cronache dal paese della cicuta (Laterza 2009), Oratorio bizantino (Ediesse 2010), Terracarne. Viaggio nei paesi invisibili e nei paesi giganti del Sud Italia (Mondadori 2011), Cartoline dai morti (Nottetempo 2010), Geografia commossa dell’Italia interna (Bruno Mondadori 2013), Cedi la strada agli alberi. Poesie d’amore e di terra (Chiarelettere 2017), Resteranno i canti (Bompiani 2018), Per tornare assieme alla casa del mondo (AnimaMundi 2018), Manifesto della terza medicina (AnimaMundi 2018), L’infinito senza farci caso (Bompiani 2019), La cura dello sguardo (Bompiani 2020). Con Giovanni Lindo Ferretti, L’Italia profonda. Dialogo dagli Appennini (Gog 2019).

Si occupa anche di documentari e fotografia.

Come paesologo scrive da anni sui giornali e in rete a difesa dei piccoli paesi. Ha ideato e porta avanti La Casa della Paesologia a Trevico (Av) e il festival La luna e i calanchi ad Aliano (Mt).

La sua pagina fb: https://www.facebook.com/franco.arminio.1

Ordina per:
Mostra: