Cinque meditazioni sulla bellezza

Versione Standard

12.00

In Stock

François Cheng, studioso di origine cinese, membro dell’Accademia di Francia, è considerato il più importante e acuto mediatore culturale tra la Cina e l’Europa. I suoi studi sono un punto di riferimento per chiunque voglia accostarsi e comprendere la cultura dell’Oriente. Ma il suo merito più grande è quello di aver innovato e arricchito la filosofia occidentale di elementi provenienti da un mondo apparentemente molto diverso e lontano.

Essendosi dovuto confrontare sin da giovane con il male e la bellezza per esser stato frequentatore, da un lato, di quell’incredibile luogo che è il Monte Lu, nella sua provincia natale, e dall’altro spettatore del terribile massacro di Nanchino, perpetrato dall’armata giapponese, Cheng ci rende partecipi delle sue riflessioni sulle questioni esistenziali più radicali che non hanno mai smesso di tormentarlo.

Compare
Categorie: , Anno 2007

Descrizione

In questi tempi di miserie onnipotenti, violenze cieche, catastrofi naturali o ecologiche, parlare di bellezza può sembrare incongruo, sconveniente e persino provocatorio. Quasi uno scandalo.

Ma proprio per questo, si vede come, all’opposto del male, la bellezza si colloca agli antipodi di una realtà con la quale dobbiamo fare i conti.

Due misteri che costituiscono i poli estremi dell’universo vivente: da una parte il male, dall’altra la bellezza.

Informazioni aggiuntive

Editore

Nota biografica

François Cheng è uno scrittore, poeta e calligrafo cinese naturalizzato francese.

Nato in una famiglia di letterati, arrivò in Francia nel 1949, senza conoscere una parola di francese, esule dalla sua patria e spinto dalla passione per la cultura francese. Ha intrapreso la carriera universitaria negli anni sessanta, cominciando presso l'École des langues orientales, e cimentandosi in traduzioni di poesia. Fra i poeti tradotti ci sono Baudelaire, Rimbaud, Apollinaire, Char e Michaux.

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cinque meditazioni sulla bellezza”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *