23.00

In Stock

Un poeta legge un pittore

«Nei quadri di Hopper ad accadere sono le cose che hanno a che fare con l’attesa. Le persone di Hopper paiono non avere occupazioni di sorta. Sono come personaggi abbandonati dai loro copioni che ora, intrappolati nello spazio della propria attesa, devono farsi compagnia da sé, senza una chiara destinazione, senza futuro».

Un grande premio Pulitzer come Mark Strand, poeta e scrittore americano, legge e interpreta per noi trenta dei più noti e amati quadri di Edward Hopper, il pittore americano per antonomasia. Ed ecco sfilare sotto i nostri occhi gli scenari più intensi della mitologia statunitense moderna: distributori di benzina, nastri d’asfalto, marciapiedi, ferrovie, night club, motel…

Compare
Categorie: , Anno 2016

Descrizione

La dimestichezza che si ha con la materia figurativa trattata da Hopper ha spesso indotto a costringere superficialmente questo artista dentro etichette limitative. Così è stato tanto sotto il profilo storico, laddove si è affibbiata all’artista la definizione di «realista americano», quanto sotto il profilo tematico, laddove lo si è voluto innanzitutto come l’«artista della solitudine e dell’alienazione». In queste pagine Mark Strand – le cui poesie si muovono su un terreno mentale e affettivo assai simile – supera di slancio questa visione e ci accompagna nel cuore dell’opera del pittore. Con la sua scrittura nitida, meticolosa e insieme allusiva, densa ed evanescente, Strand espone ciò che rende le scene, gli spazi, le persone della quotidianità raffigurati da Hopper così commoventi e indimenticabili. Un piccolo gioiello riproposto qui con un testo inedito e appassionato di Strand riemerso dai suoi cassetti dopo la morte, e una nuova veste grafica che ne fa un unicum editoriale prezioso per i sempre più numerosi cultori della pittura di Hopper e dell’immaginario americano.

Informazioni aggiuntive

Editore

Nota biografica

Mark Strand (1934-2014) è stato uno dei più autorevoli poeti statunitensi. È nato a Summerside, nella Prince Edward Island (Canada) ma ha vissuto a New York, dove ha insegnato alla Columbia University. Ha ricevuto numerosi premi tra cui il Pulitzer per la poesia con “Blizzard of One”.

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Edward Hopper”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *