Rischiarare il buio: incontro con Christian Bobin

DI GIUSEPPE CONOCI, SARA MANUELA CACIOPPO, IVANA MARGARESE

Non mi piacciono quelli che sanno,
mi piacciono quelli che amano.
Christian BobinAutoritratto al radiatore

L’intelligenza è la forza, solitaria,
di estrarre dal caos della propria vita la manciata di luce
sufficiente per rischiarare un po’ più lontano da sé
verso l’altro laggiù, come noi smarrito nel buio.
Christian BobinL’insperata

 

Poeta e scrittore, Christian Bobin (1951, Le Creusot, Borgogna) è uno degli autori più rinomati del panorama letterario francese, vincitore del Prix d’Académie nel 2016 per l’insieme delle sue opere. Ha pubblicato con prestigiose case editrici, tra cui Gallimard, Lettres vives e Fata Morgana. In Italia è pubblicato da diverse case editrici e in particolare da AnimaMundi grazie alla dedizione di Giuseppe Conoci, impegnato da anni nella diffusione dei suoi scritti.

Christian Bobin ha pubblicato più di sessanta opere tradotte in numerose lingue. Tra le maggiori ricordiamo: Più viva che mai. AnimaMundi 2018; Autoritratto al radiatore, AnimaMundi edizioni, 2012; Sovranità del vuoto, AnimaMundi edizioni, 2014; Resuscitare, AnimaMundi edizioni, 2015; Mozart e la pioggia, AnimaMundi edizioni, 2015; Abitare poeticamente il mondo, AnimaMundi edizioni, 2019.

La sua scrittura è frammentaria e diaristica, talora improntata alla sacralità delle piccole cose del quotidiano. I frammenti hanno una lunghezza variabile: una frase, un periodo, una pagina, un pensiero disincantato o ironico, dietro cui si nasconde un mondo di emozioni e significati che il lettore coglie come fossero parti mancanti di se stesso.

Continua a leggere: clicca qui