10.00

In Stock

Il saggio di Beatrice Balsamo ci introduce in un orizzonte di senso, quello della dolcezza, che permette di comprendere come la sfera dei sentimenti sia un tema essenziale da recuperare e studiare nel nostro tempo

Questo saggio è molto importante oggi, epoca di precarietà e incertezze, dove determinante è la confusione, anche nelle relazioni: predominano rapporti immaturi, violenti, disorganizzati. Il testo analizza le radici umane della dolcezza s-temperante, del “sentirsi amati e sicuri” come stimoli a un maggiore discernimento vitale. Ma, la dolcezza è anche quell’argine che consente di saper distinguere e differenziare nel gusto, ponendo una misura, un limite, di contro a una “fusion” indifferenziata che sregola la capacità gustativa e conviviale. Tali riflessioni sono condotte attraverso l’approccio della psicanalisi, del pensiero filosofico e sociologico. La dolcezza, infatti, dà forma e ha a che fare con la bellezza e con una estetica condivisa.

Compare
Categorie: , Anno 2017

Descrizione

La dolcezza ha a che fare con il gusto dell’uomo per l’uomo. Troppe volte l’uomo è disgustoso. Allora, a maggior ragione, bisogna adoperarsi per preservarne il gusto, per quanto possibile, accrescerlo. Attendere a quest’opera esige esercizio, assiduità, pazienza..

Informazioni aggiuntive

Editore

Nota biografica

Beatrice Balsamo è una psicanalista di formazione filosofica, specializzata in Estetica, Psicanalisi, Cinema. Presidente APUN – Psicologia umanistica e delle narrazioni Psicanalisi Arte e Scienze Umane (LFAAPS). Ideatrice del “Cinema del Ristoro e della Cura”. Docente presso l’Università Cattolica e l’Università di Bologna di Scienze Umane e Filosofia dell’Ospitalità. Direttore scientifico dell’evento internazionale sulla Cultura dell’Ospitalità “Mens-a”.

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Elogio della dolcezza”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *